MENU

Cercasi aiuto federale: Comuni alle prese con le incertezze fiscali

Katie Deal , Associate Analyst

Le presidenziali americane potrebbero avere un impatto sui bilanci comunali più in difficoltà

Il mercato dei municipal bond (obbligazioni emesse da enti locali) si è ripreso abbondantemente dal sell-off indotto dalla pandemia da coronavirus.

Tuttavia, per Stati e governi locali si prevede un futuro (sebbene ancora incerto) di minori entrate, che potrebbe portare a un taglio delle spese con particolare riferimento all’occupazione nel settore pubblico, all’istruzione e ad altri servizi. E naturalmente queste misure di austerità peserebbero sulla ripresa economica degli Stati Uniti.

La possibilità che governi ed enti locali riescano a ottenere aiuti federali dipenderà dall’agenda del prossimo inquilino della Casa Bianca. Il candidato democratico Joe Biden ha già detto che se diventerà Presidente darà priorità a un aumento dei fondi necessari a supportare le amministrazioni comunali. Considerando invece l’attuale posizione di Donald Trump al tavolo di trattative per la concessione di nuovi stimoli, difficilmente il suo staff concederà aiuti significativi in caso di un secondo mandato.

Ma sarà la composizione futura del Senato a spostare gli equilibri. Con una maggioranza repubblicana (status quo), governi ed enti locali otterranno probabilmente meno fondi rispetto a quelli che potrebbero avere con una vittoria dei Democratici. 

Bilanci comunali schiacciati dal Coronavirus

Secondo il team di analisti di T. Rowe Price specializzato sui municipal bond, grazie alla ripresa economica seguita alla crisi finanziaria del 2008-2009, molti governi ed enti locali sono riusciti a migliorare i loro bilanci fiscali, accantonando riserve per i momenti più bui. Di conseguenza erano già preparati ad affrontare una potenziale contrazione economica.

Con una maggioranza repubblicana al Senato (status quo), governi ed enti locali otterranno probabilmente meno fondi rispetto a quelli che potrebbero avere con una vittoria dei Democratici.

Tuttavia, il forte shock da coronavirus ha creato molta incertezza e ora nella pianificazione dell’anno fiscale 2021 (per molte giurisdizioni è iniziato lo scorso 1° luglio) le municipalità si trovano a dover fare i conti con un significativo calo delle entrate.

Stime recenti del Center on Budget Policy and Priorities indicano una “debacle” delle entrate a livello statale di circa il 10% per l’anno fiscale 2020 e di oltre il 20% per il 2021. Insomma, si prospetta un futuro carico di sfide per le amministrazioni municipali, le cui entrate dipendono in gran parte dai settori industriali più colpiti dalla crisi, come turismo, petrolio e produzione di gas.

Gli enti locali hanno risposto a questo momento di difficoltà attingendo alle riserve, tagliando le spese e trovando, dove possibile, nuove fonti di reddito. I dati del Bureau of Labor Statistics indicano che tra marzo e agosto nella pubblica amministrazione più di 1 milione di persone ha perso il posto di lavoro.

Non tutti gli emittenti sono attrezzati per fronteggiare le “pressioni” sulle disponibilità liquide. Sebbene i tassi di insolvenza nel mercato delle obbligazioni municipali rimarranno su livelli più bassi rispetto alle altre asset class del reddito fisso, gli analisti di T. Rowe Price ritengono che tra gi emittenti più piccoli e quelli high yield potrebbe esserci un aumento dei default. 

Cosa succederà dopo le elezioni?

La creazione da parte della Federal Reserve di una Municipal Liquidity Facility per supportare gli emittenti locali nel breve periodo ha favorito una ripresa dei rendimenti dei “municipal bond”. Tuttavia, senza un sostegno federale necessario per compensare il calo delle entrate, gli stati saranno costretti molto probabilmente a ridurre ulteriormente i costi per ridimensionare i loro bilanci.

Durante le trattative al Senato su un quarto round di stimoli, i Democratici hanno sostenuto con forza la loro idea di concedere aiuti diretti a governi ed enti locali, lasciando capire che una nuova amministrazione targata Biden potrebbe lavorare su misure simili con l’obiettivo di sanare i danni economici provocati dalla pandemia da coronavirus.

Considerando la resistenza di Trump e del partito Repubblicano a concedere un sostegno senza rigorose restrizioni, invece, è verosimile pensare che difficilmente gli enti locali otterranno degli aiuti diretti in caso di una riconferma del tycoon alla Casa Bianca. Tuttavia, ulteriori danni economici potrebbero spingere i Repubblicani ad approvare stimoli più ampi dopo le elezioni, soprattutto se le perdite dei posti di lavoro dovessero aumentare.

Indipendentemente da chi vincerà le presidenziali, il contenuto, la tempistica e l’ammontare di qualsiasi pacchetto di stimoli rimangono incerti. A nostro avviso, l’equilibrio di potere al Senato determinerà la portata e l’entità di qualsiasi aiuto federale alle municipalità.

Registrati per ricevere le nostre view sull’azionario americano

Condividi l’articolo

Share on linkedin
Share on email

Informazioni importanti

Il materiale ha solo scopo informativo e/o di marketing e non è un consiglio o una raccomandazione di investimento. Consigliamo ai potenziali investiori di richiedere una consulenza legale, finanziaria e fiscale indipendente prima di assumere qualsiasi decisione di investimento. I rendimenti passati non sono indicativi di quelli futuri. Il valore di un investimento puó oscillare e gli investitori potrebbero non ottenere l’intero importo investito.

Il materiale non è stato verificato da alcuna autorita di vigilanza in alcuna giurisdizione.

Informazioni e opinioni sono ottenute/ tratte da fonti ritenute affidabili ma non garantiamo completezza ed esaustivitá, né che eventuali previsioni si concretizzino. I pareri contenuti sono soggetti a cambiamento senza preavviso e possono differire da altre società del gruppo T. Rowe Price.

È vietata la diffusione, in qualsiasi forma, della pubblicazione e/o dei suoi contenuti. Il materiale è destinato all’uso esclusivo in Italia. Vietata la distribuzione retail.

202009‑1332452

Ti potrebbe interessare anche..

Guarda la nostra offerta di fondi US Equity

Grazie per la registrazione, riceverai i nostri aggiornamenti dedicati all'azionario americano all'indirizzo email indicato.

Nel frattempo puoi accedere alla sezione sulle nostre view.

Avvertenza legale importante

Il presente sito è rivolto agli intermediari finanziari.

Ho letto le condizioni illustrate di seguito e confermo di essere un intermediario finanziario e di voler proseguire.

Accedendo al presente sito web l’utente autorizza T. Rowe Price a raccogliere informazioni tramite cookies. Per maggiori informazioni si invita a leggere la nostra politica sui cookie.

Le informazioni contenute nel sito web di T. Rowe Price non sono rivolte agli investitori nelle giurisdizioni in cui la distribuzione o l’acquisto non siano autorizzate, inclusa la giurisdizione del lettore della presente informativa, ove applicabile. Le informazioni ivi contenute non sono ad esempio destinate alla distribuzione e non costituiscono un’offerta a vendere o acquistare né una sollecitazione di qualsiasi offerta ad acquistare alcun titolo negli Stati Uniti d’America per o a vantaggio di soggetti statunitensi.

Le informazioni ottenute tramite il presente sito riguardano specificatamente coloro che hanno accettato i presenti Termini e condizioni e non possono essere ridistribuite senza la preventiva autorizzazione dell’Ufficio legale di T. Rowe Price.

Le informazioni sono destinate agli investitori professionisti, inclusi intermediari finanziari o esponenti dei media, e vengono pubblicate a solo scopo informativo. In particolare le informazioni servono unicamente a informare coloro che rientrano in una o più delle seguenti categorie:

(a) ente governativo;
(b) banca o compagnia assicurativa;
(c) fondo pensione o di beneficenza;
(d) persone le cui attività ordinarie le coinvolgono in qualità di responsabili o agenti nell’acquisizione, detenzione, gestione o disposizione di investimenti ai fini degli affari da esse svolti o per le quali è ragionevole presumere che provvederanno ad acquisire, gestire o disporre investimenti ai fini di tali affari;
(e) persone la cui attività ordinaria comporta l’erogazione di consulenza che potrebbe condurre a un’altra persona che acquisisce o dispone di un investimento o che si trattiene dal farlo;
(f) rappresentanti di media per informazioni societarie e di base su T. Rowe Price.

Coloro che non rientrano in una delle categorie precedenti non dovrebbero agire in virtù delle informazioni qui contenute.

Determinate persone possono avere accesso alle informazioni riguardanti T. Rowe Price Funds SICAV, una società d’investimento di diritto lussemburghese costituita come “Société d’Investissement à Capital Variable” (SICAV). I comparti di T. Rowe Price Funds SICAV di cui al sito sono offerti esclusivamente mediante il corrente prospetto. Il prospetto contiene informazioni più dettagliate sui comparti, inclusi obiettivi d’investimento, commissioni e spese. Tuttavia il prospetto e le altre informazioni riguardanti i comparti non saranno intenzionalmente distribuiti a persone di alcun paese in cui tale distribuzione violerebbe le leggi o le normative locali.

Société Générale Securities Services S.p.A (Italia) è l’agente pagatore dei comparti della SICAV ammessi alla distribuzione pubblica in o dall’Italia. 

I rendimenti passati di T. Rowe Price Funds SICAV e di altri titoli non costituiscono un’indicazione per i rendimenti futuri. Il valore dei titoli e qualsiasi provento da essi generato potrebbero diminuire o aumentare. Le variazioni dei tassi di cambio possono altresì avere effetti negativi sul valore, sul prezzo o sul rendimento dei titoli. Gli investitori devono inoltre essere consapevoli dei rischi aggiuntivi legati agli investimenti nei mercati emergenti, in titoli high yield e nelle società di minori dimensioni.

Le presenti informazioni non costituiscono una consulenza d’investimento e i prodotti descritti potrebbero non essere disponibili per o adatti a tutti gli investitori. Sarebbe opportuno, ove necessario, avvalersi di una consulenza professionale indipendente prima di qualsiasi decisione d’investimento.

Il presente materiale è distribuito e approvato da T. Rowe Price (Luxembourg) Management S.à r.l. 35 Boulevard du Prince Henri L-1724 Lussemburgo autorizzata e regolamentata dalla Commission de Surveillance du Secteur Financier lussemburghese.