MENU

Gli effetti del ballottaggio in Georgia sui mercati

Katie Deal, Associate Analyst

Sul tavolo del Governo unificato stimoli fiscali e un aumento delle tasse

Dopo la vittoria dei Democratici in Georgia e la conquista del Senato, il Presidente neo-eletto, Joe Biden, potrà avere maggiori margini di manovra per portare avanti il suo programma. Ci aspettiamo che la nuova amministrazione si impegni a espandere lo stimolo fiscale e a ripristinare parzialmente aliquote d’imposta più alte sulle società.

Le priorità dell’amministrazione non sono cambiate, con il team Biden che sarà impegnato a tenere sotto controllo la pandemia da coronavirus, a stabilizzare l’economia e a preparare il terreno per la ripresa.

Ma la strada non sarà tutta in discesa per Biden. La maggioranza democratica alle due camere del Congresso sarà esigua e quindi richiederà una forte coesione interna, con il voto di Kamala Harris, vicepresidente entrante, che sarà decisivo per ottenere la maggiorana semplice al Senato. L’amministrazione potrebbe dover scendere a patti con i membri del proprio partito, una dinamica che rischia di spostare il potere verso i centristi al Senato e i progressisti alla Camera dei Rappresentanti.

A un certo punto, anche i Repubblicani del Congresso potrebbero sfruttare la riduzione del deficit come strumento per ostacolare la legislazione sulla spesa. E con una Washington politica così divisa non si possono escludere periodi di volatilità.

Con i democratici al Senato, possibili stimoli fiscali per ulteriori 1.000 miliardi di dollari…

Stimoli fiscali espansivi

Attraverso il processo di riconciliazione del bilancio, il controllo democratico del Senato potrebbe portare ulteriori 1.000 miliardi di stimoli fiscali.

Oltre a essere un sollievo per le famiglie statunitensi, queste misure potrebbero includere anche un sostegno finanziario ai bilanci “sofferenti” dei governi statali e locali, e altri provvedimenti economici per contrastare la pandemia – strategie che a nostro avviso contribuirebbero a stimolare la ripresa economica.

Anche la spesa per infrastrutture è tornata sul tavolo, con il Senato che, sotto il controllo dei Democratici, potrà favorire i progetti di trasporto tradizionale e i maggiori finanziamenti per l’energia rinnovabile, i veicoli elettrici e il “greening” (il rispetto di pratiche benefiche per il clima e l’ambiente) dell’industria americana. Tra i potenziali beneficiari di queste misure ricordiamo le utility elettriche, le aziende della filiera dei veicoli elettrici e le società che promuovono l’efficienza e la transizione energetica. 

Se gli sforzi per le vaccinazioni, uniti alle altre misure, aiuteranno a frenare la pandemia e a “normalizzare” l’attività economica, la spesa fiscale potrebbe favorire un’accelerazione della ripresa, a tutto vantaggio delle industrie più cicliche. Uno scenario che potrebbe indurre gli investitori a rivedere le proprie prospettive d’inflazione – uno sviluppo che avrebbe importanti ramificazioni per i mercati.

L'aumento delle imposte

L’amministrazione Biden considera la politica fiscale sia un mezzo per finanziare parzialmente gli stimoli sia uno strumento per affrontare le disparità di reddito. Gli investitori, dunque, dovrebbero considerare anche la prospettiva di un eventuale aumento delle imposte, una possibilità che è tornata in auge quando i Democratici hanno preso il controllo del Senato. 

L’amministrazione Biden considera la politica fiscale un mezzo per finanziare parzialmente gli stimoli fiscali e per affrontare le disparità di reddito.

Ma il delicato equilibrio di poteri potrebbe limitare il potenziale di alcune misure controverse che generano entrate – per esempio, un’imposta sulle transazioni finanziarie – e dovrebbe mitigare l’entità degli aumenti sulle attuali imposizioni. A nostro avviso, le misure con maggiori possibilità di passare al Senato comprendono un aumento dell’aliquota fiscale sulle società dal 21% a un livello più basso rispetto a quel 28% che Biden aveva previsto per la sua campagna elettorale, e che sarebbe inferiore al 35% in vigore prima dell’approvazione del Tax Cuts e Jobs Act del 2017. Ma sul tavolo ci sono anche aumenti moderati dell’imposizione sul reddito estero delle società. A livello individuale, invece, le aliquote delle imposte sui redditi e sugli immobili potrebbero aumentare anche per i redditi più elevati, e si potrebbe anche assistere a una pressione per innalzare la tassazione sul capital gain e sui dividendi.

Il fronte normativo

A nostro avviso, la maggioranza dei Democratici al Senato dovrebbe accelerare l’approvazione delle nomine di Biden per le posizioni di gabinetto e per i capi delle agenzie. Con le azioni normative ed esecutive che molto probabilmente rimarranno una criticità per l’amministrazione Biden per implementare alcuni degli obiettivi politici, avere leader di alto livello a capo di Dipartimenti e agenzie potrebbe aiutare il Presidente ad andare avanti con la sua agenda, soprattutto con riferimento al commercio, l’ambiente e l’assistenza sanitaria.

Registrati per ricevere le nostre view sull’azionario americano

Condividi l’articolo

Share on linkedin
Share on email
Elezioni 2020
Gli ultimi avvenimenti politici e le possibili implicazioni sugli investimenti visti dalla nostra analista di politica americana a Washington.

Informazioni importanti

Il materiale ha solo scopo informativo e/o di marketing e non è un consiglio o una raccomandazione di investimento. Consigliamo ai potenziali investiori di richiedere una consulenza legale, finanziaria e fiscale indipendente prima di assumere qualsiasi decisione di investimento. I rendimenti passati non sono indicativi di quelli futuri. Il valore di un investimento puó oscillare e gli investitori potrebbero non ottenere l’intero importo investito.

Il materiale non è stato verificato da alcuna autorita di vigilanza in alcuna giurisdizione.

Informazioni e opinioni sono ottenute/ tratte da fonti ritenute affidabili ma non garantiamo completezza ed esaustivitá, né che eventuali previsioni si concretizzino. I pareri contenuti sono soggetti a cambiamento senza preavviso e possono differire da altre società del gruppo T. Rowe Price.

È vietata la diffusione, in qualsiasi forma, della pubblicazione e/o dei suoi contenuti. Il materiale è destinato all’uso esclusivo in Italia. Vietata la distribuzione retail.

ID0003909 (01/2021)
202101‐1473442

Ti potrebbe interessare anche..

Guarda la nostra offerta di fondi US Equity

Grazie per la registrazione, riceverai i nostri aggiornamenti dedicati all'azionario americano all'indirizzo email indicato.

Nel frattempo puoi accedere alla sezione sulle nostre view.

Avvertenza legale importante

Il presente sito è rivolto agli intermediari finanziari.

Ho letto le condizioni illustrate di seguito e confermo di essere un intermediario finanziario e di voler proseguire.

Accedendo al presente sito web l’utente autorizza T. Rowe Price a raccogliere informazioni tramite cookies. Per maggiori informazioni si invita a leggere la nostra politica sui cookie.

Le informazioni contenute nel sito web di T. Rowe Price non sono rivolte agli investitori nelle giurisdizioni in cui la distribuzione o l’acquisto non siano autorizzate, inclusa la giurisdizione del lettore della presente informativa, ove applicabile. Le informazioni ivi contenute non sono ad esempio destinate alla distribuzione e non costituiscono un’offerta a vendere o acquistare né una sollecitazione di qualsiasi offerta ad acquistare alcun titolo negli Stati Uniti d’America per o a vantaggio di soggetti statunitensi.

Le informazioni ottenute tramite il presente sito riguardano specificatamente coloro che hanno accettato i presenti Termini e condizioni e non possono essere ridistribuite senza la preventiva autorizzazione dell’Ufficio legale di T. Rowe Price.

Le informazioni sono destinate agli investitori professionisti, inclusi intermediari finanziari o esponenti dei media, e vengono pubblicate a solo scopo informativo. In particolare le informazioni servono unicamente a informare coloro che rientrano in una o più delle seguenti categorie:

(a) ente governativo;
(b) banca o compagnia assicurativa;
(c) fondo pensione o di beneficenza;
(d) persone le cui attività ordinarie le coinvolgono in qualità di responsabili o agenti nell’acquisizione, detenzione, gestione o disposizione di investimenti ai fini degli affari da esse svolti o per le quali è ragionevole presumere che provvederanno ad acquisire, gestire o disporre investimenti ai fini di tali affari;
(e) persone la cui attività ordinaria comporta l’erogazione di consulenza che potrebbe condurre a un’altra persona che acquisisce o dispone di un investimento o che si trattiene dal farlo;
(f) rappresentanti di media per informazioni societarie e di base su T. Rowe Price.

Coloro che non rientrano in una delle categorie precedenti non dovrebbero agire in virtù delle informazioni qui contenute.

Determinate persone possono avere accesso alle informazioni riguardanti T. Rowe Price Funds SICAV, una società d’investimento di diritto lussemburghese costituita come “Société d’Investissement à Capital Variable” (SICAV). I comparti di T. Rowe Price Funds SICAV di cui al sito sono offerti esclusivamente mediante il corrente prospetto. Il prospetto contiene informazioni più dettagliate sui comparti, inclusi obiettivi d’investimento, commissioni e spese. Tuttavia il prospetto e le altre informazioni riguardanti i comparti non saranno intenzionalmente distribuiti a persone di alcun paese in cui tale distribuzione violerebbe le leggi o le normative locali.

Société Générale Securities Services S.p.A (Italia) è l’agente pagatore dei comparti della SICAV ammessi alla distribuzione pubblica in o dall’Italia. 

I rendimenti passati di T. Rowe Price Funds SICAV e di altri titoli non costituiscono un’indicazione per i rendimenti futuri. Il valore dei titoli e qualsiasi provento da essi generato potrebbero diminuire o aumentare. Le variazioni dei tassi di cambio possono altresì avere effetti negativi sul valore, sul prezzo o sul rendimento dei titoli. Gli investitori devono inoltre essere consapevoli dei rischi aggiuntivi legati agli investimenti nei mercati emergenti, in titoli high yield e nelle società di minori dimensioni.

Le presenti informazioni non costituiscono una consulenza d’investimento e i prodotti descritti potrebbero non essere disponibili per o adatti a tutti gli investitori. Sarebbe opportuno, ove necessario, avvalersi di una consulenza professionale indipendente prima di qualsiasi decisione d’investimento.

Il presente materiale è distribuito e approvato da T. Rowe Price (Luxembourg) Management S.à r.l. 35 Boulevard du Prince Henri L-1724 Lussemburgo autorizzata e regolamentata dalla Commission de Surveillance du Secteur Financier lussemburghese.