MENU

L’attenzione di Biden alla regolamentazione può avere grande impatto

Aaron Gifford, Credit analyst

Le politiche del Presidente USA neo-eletto potrebbero condizionare gli sforzi per raggiungere gli obiettivi ambientali

L’equilibrio di potere tra Repubblicani e Democratici al Senato influenzerà l’agenda legislativa del Presidente neo-eletto, Joe Biden, determinando l’entità dell’aumento della pressione fiscale e influenzando la portata della spesa associata a eventuali pacchetti di aiuto per il coronavirus.

Se i Repubblicani manterranno il controllo del Senato, Biden potrebbe avere bisogno di almeno uno o due senatori del GOP (Grand Old Party, è il partito repubblicano) per raggiungere i suoi obiettivi legislativi.

Il Presidente neo-eletto ha manifestato la volontà di utilizzare l’autorità di regolamentazione per perseguire molte priorità di politica interna. Gli investitori non dovrebbero trascurare come i potenziali cambiamenti legati all’ambiente, all’assistenza sanitaria e alla tecnologia potrebbero impattare su alcuni settori e industrie.

Politiche ambientali

Biden è a favore di una legge sulle “infrastrutture verdi” per stimolare la ripresa di un’economia vittima della pandemia da coronavirus. Durante la sua campagna, il neo Presidente ha proposto crediti d’imposta per veicoli elettrici, produzione pulita, energia rinnovabile e progetti di stoccaggio dell’energia, nonché investimenti per stazioni di ricarica per veicoli elettrici e altre iniziative infrastrutturali.

Una maggioranza del GOP al Senato potrebbe limitare la portata della legislazione ambientale di Biden, che quindi potrebbe concentrare i suoi sforzi a livello normativo al fine di affrontare al meglio il cambiamento climatico. Questo approccio comporterebbe l’implementazione di norme ambientali più rigorose di quelle che il presidente Donald Trump ha rimosso o alleggerito.

Il Presidente eletto ha promesso di abbassare le emissioni di gas serra attraverso standard più severi per i veicoli e per il metano disperso nell’atmosfera a causa delle attività legate al petrolio e al gas. Ed è probabile che anche le Authority restringano i requisiti autorizzativi, portando così a un aumento dei costi di conformità per pozzi di petrolio e gas, oleodotti e altre infrastrutture per combustibili fossili.

L’approccio di Biden potrebbe portare all’implementazione di norme ambientali più rigorose di quelle che il Presidente Donald Trump ha rimosso o alleggerito.

Biden non è per un divieto assoluto a livello nazionale del cosiddetto “fracking”, tecnica utilizzata per estrarre gli idrocarburi intrappolati nelle formazioni di scisto, ma vorrebbe sospendere le vendite di petrolio e gas, bloccando così la concessione di nuovi permessi di perforazione e adeguando la struttura delle royalty per i pozzi in modo da riflettere i costi ambientali.

Gli investitori possono anche aspettarsi un approccio più olistico da parte di Biden alla regolamentazione ambientale…

Gli investitori dovrebbero anche aspettarsi che Biden adotti un approccio più olistico alla regolamentazione ambientale, incorporando i processi di revisione del clima in tutti gli Stati Uniti e impiegando più agenzie – e non solo l’Environmental Protection Agency – per attuare le regole relative al cambiamento climatico.

Healthcare e Big Tech

Sebbene l’emergere di Biden come candidato presidenziale democratico abbia ridotto significativamente le probabilità di una revisione del sistema sanitario statunitense, la sua amministrazione potrebbe perseguire politiche a livello normativo che affrontino la questione dei prezzi nell’industria farmaceutica. Inoltre, le autorità di regolamentazione potrebbero anche invertire l’effetto delle regole dell’amministrazione Trump, che scoraggiavano la partecipazione all’Affordable Care Act, proponendo modifiche per estendere la copertura assicurativa sanitaria a più individui.

Un maggiore controllo normativo dovrebbe rimanere un dato di fatto per le Big del Tech, con il Dipartimento di Giustizia e la Commissione Federale per il Commercio (Federal Trade Commission) che probabilmente sfideranno le società Internet statunitensi e i Social media che dominano negli USA sulla base di un’azione anticoncorrenziale.
Nonostante la preoccupazione bipartisan per il crescente potere di queste società, la mancanza di consenso sul modo migliore per affrontare il problema della riservatezza dei dati e le preoccupazioni sulla responsabilità dei contenuti dovrebbe limitare il rischio a breve termine di un’azione legislativa su questi fronti.

Alcuni avvertimenti

Gli interventi sul fronte regolamentare rappresenteranno un passo importante per l’amministrazione Biden al fine di raggiungere gli obiettivi politici, ma questi cambiamenti richiederanno tempo per essere implementati. Se il GOP manterrà la maggioranza al Senato, i Repubblicani potrebbero cercare di ritardare la nomina delle “scelte” del Presidente eletto a capo delle agenzie federali. Anche se i funzionari in carica possano svolgere le “funzioni non delegabili” degli uffici vacanti, i ritardi nelle nomine influenzerebbero comunque la produttività delle agenzie, che tra l’altro avranno anche bisogno di tempo per la transizione, la formazione del personale e l’esecuzione del processo di regolamentazione.

Gli investitori dovrebbero tenere presente che le priorità politiche dell’amministrazione Biden potrebbero cambiare a seconda del successo degli sforzi del governo federale per frenare la pandemia da coronavirus e sostenere l’economia statunitense.

Registrati per ricevere le nostre view sull’azionario americano

Condividi l’articolo

Share on linkedin
Share on email

Blog politico

Leggi i post più recenti del blog curato dalla nostra analista di politica americana, dedicato agli avvenimenti politici da Washington e le possibili implicazioni sugli investimenti.

Informazioni importanti

Il materiale ha solo scopo informativo e/o di marketing e non è un consiglio o una raccomandazione di investimento. Consigliamo ai potenziali investiori di richiedere una consulenza legale, finanziaria e fiscale indipendente prima di assumere qualsiasi decisione di investimento. I rendimenti passati non sono indicativi di quelli futuri. Il valore di un investimento puó oscillare e gli investitori potrebbero non ottenere l’intero importo investito.

Il materiale non è stato verificato da alcuna autorita di vigilanza in alcuna giurisdizione.

Informazioni e opinioni sono ottenute/ tratte da fonti ritenute affidabili ma non garantiamo completezza ed esaustivitá, né che eventuali previsioni si concretizzino. I pareri contenuti sono soggetti a cambiamento senza preavviso e possono differire da altre società del gruppo T. Rowe Price.

È vietata la diffusione, in qualsiasi forma, della pubblicazione e/o dei suoi contenuti. Il materiale è destinato all’uso esclusivo in Italia. Vietata la distribuzione retail.

202011‑1414057

Ti potrebbe interessare anche..

Guarda la nostra offerta di fondi US Equity

Grazie per la registrazione, riceverai i nostri aggiornamenti dedicati all'azionario americano all'indirizzo email indicato.

Nel frattempo puoi accedere alla sezione sulle nostre view.

Avvertenza legale importante

Il presente sito è rivolto agli intermediari finanziari.

Ho letto le condizioni illustrate di seguito e confermo di essere un intermediario finanziario e di voler proseguire.

Accedendo al presente sito web l’utente autorizza T. Rowe Price a raccogliere informazioni tramite cookies. Per maggiori informazioni si invita a leggere la nostra politica sui cookie.

Le informazioni contenute nel sito web di T. Rowe Price non sono rivolte agli investitori nelle giurisdizioni in cui la distribuzione o l’acquisto non siano autorizzate, inclusa la giurisdizione del lettore della presente informativa, ove applicabile. Le informazioni ivi contenute non sono ad esempio destinate alla distribuzione e non costituiscono un’offerta a vendere o acquistare né una sollecitazione di qualsiasi offerta ad acquistare alcun titolo negli Stati Uniti d’America per o a vantaggio di soggetti statunitensi.

Le informazioni ottenute tramite il presente sito riguardano specificatamente coloro che hanno accettato i presenti Termini e condizioni e non possono essere ridistribuite senza la preventiva autorizzazione dell’Ufficio legale di T. Rowe Price.

Le informazioni sono destinate agli investitori professionisti, inclusi intermediari finanziari o esponenti dei media, e vengono pubblicate a solo scopo informativo. In particolare le informazioni servono unicamente a informare coloro che rientrano in una o più delle seguenti categorie:

(a) ente governativo;
(b) banca o compagnia assicurativa;
(c) fondo pensione o di beneficenza;
(d) persone le cui attività ordinarie le coinvolgono in qualità di responsabili o agenti nell’acquisizione, detenzione, gestione o disposizione di investimenti ai fini degli affari da esse svolti o per le quali è ragionevole presumere che provvederanno ad acquisire, gestire o disporre investimenti ai fini di tali affari;
(e) persone la cui attività ordinaria comporta l’erogazione di consulenza che potrebbe condurre a un’altra persona che acquisisce o dispone di un investimento o che si trattiene dal farlo;
(f) rappresentanti di media per informazioni societarie e di base su T. Rowe Price.

Coloro che non rientrano in una delle categorie precedenti non dovrebbero agire in virtù delle informazioni qui contenute.

Determinate persone possono avere accesso alle informazioni riguardanti T. Rowe Price Funds SICAV, una società d’investimento di diritto lussemburghese costituita come “Société d’Investissement à Capital Variable” (SICAV). I comparti di T. Rowe Price Funds SICAV di cui al sito sono offerti esclusivamente mediante il corrente prospetto. Il prospetto contiene informazioni più dettagliate sui comparti, inclusi obiettivi d’investimento, commissioni e spese. Tuttavia il prospetto e le altre informazioni riguardanti i comparti non saranno intenzionalmente distribuiti a persone di alcun paese in cui tale distribuzione violerebbe le leggi o le normative locali.

Société Générale Securities Services S.p.A (Italia) è l’agente pagatore dei comparti della SICAV ammessi alla distribuzione pubblica in o dall’Italia. 

I rendimenti passati di T. Rowe Price Funds SICAV e di altri titoli non costituiscono un’indicazione per i rendimenti futuri. Il valore dei titoli e qualsiasi provento da essi generato potrebbero diminuire o aumentare. Le variazioni dei tassi di cambio possono altresì avere effetti negativi sul valore, sul prezzo o sul rendimento dei titoli. Gli investitori devono inoltre essere consapevoli dei rischi aggiuntivi legati agli investimenti nei mercati emergenti, in titoli high yield e nelle società di minori dimensioni.

Le presenti informazioni non costituiscono una consulenza d’investimento e i prodotti descritti potrebbero non essere disponibili per o adatti a tutti gli investitori. Sarebbe opportuno, ove necessario, avvalersi di una consulenza professionale indipendente prima di qualsiasi decisione d’investimento.

Il presente materiale è distribuito e approvato da T. Rowe Price (Luxembourg) Management S.à r.l. 35 Boulevard du Prince Henri L-1724 Lussemburgo autorizzata e regolamentata dalla Commission de Surveillance du Secteur Financier lussemburghese.